Lifting del volto

Il face-lifting è l’intervento principe della chirurgia estetica


Il face-lifting a mio avviso è l’intervento principe della chirurgia estetica, con il modificarsi delle tecniche ha portato a risultati sempre più evidenti e duraturi e purtroppo anche a qualche eccesso, ma questo è dovuto ai criteri estetici utilizzati dai chirurghi e non alle metodiche applicate. Questa procedura chirurgica corregge lo “scivolamento” verso il basso di cute e muscoli mimici (SMAS) con conseguente invecchiamento del volto, che appare come un triangolo con il vertice in alto piuttosto che in basso come in età giovanile.

L’intervento consiste nel riportare muscoli e cute nella posizione corretta e nel rimuovere la cute in eccesso, ciò avviene attraverso un ampio scollamento di questi elementi e quindi nel loro riallineamento, semplificando possiamo immaginare il volto invecchiato come un letto sfatto ed il lifting come il rifacimento dello stesso attraverso le abili mani di una colf.

Le cicatrici sono posizionate tra le pieghe anteriori dell’orecchio, posteriormente allo stesso e per i tratti rimanenti tra i capelli nella zona temporale e in quella posteriore ai lati della nuca, dopo alcuni mesi sono pressoché appena visibili anche ad un’attenta osservazione. Nella fase iniziale sono possibili ecchimosi ed un certo gonfiore che scompaiono entro una quindicina di giorni al massimo, dopo di che vi è un progressivo “restringimento” dei tessuti scollati e riposizionati che porta gradualmente al risultato definitivo entro 6-8 mesi.

  • Non è assolutamente un intervento doloroso.

Quasi sempre al face-lifting si associa la Blefaroplastica completa al fine di ottenere un risultato armonico complessivo in ogni distretto.
Nella mia esperienza i risultati ottenuti durano almeno 10 – 14 anni, dopo di che si può ripetere un lifting che di solito è più limitato rispetto al primario.

L’intervento viene eseguito in anestesia locale con sedazione, il paziente non sente alcun dolore e dorme beatamente mantenendo però la sua espressività, fattore utilissimo per una valutazione intraoperatoria dell’entità della correzione. Alla fine dell’intervento viene posizionata una medicazione “a caschetto” che viene rimossa il giorno dopo, quindi viene eseguito uno shampoo e si dimette il paziente senza alcun bendaggio. I punti di sutura si rimuovono completamente entro gli 8 giorni dall’intervento.

  • Muscoli mimici quei piccoli e sottili muscoli posti sotto la cute ed in intimo contatto con questa che attivandosi determinano l’espressività di un volto
  • SMAS sistema muscolo aponeurotico superficiale
  • Aponeurosi è la sottile fascia fibrosa che ricopre e avvolge il muscolo e va a continuarsi nel tendine, per assicurare al muscolo stesso l'inserzione ossea.
glossario

Una raccolta di vocaboli specialistici, accompagnati da spiegazioni e commento

video

Una piccola raccolta di video e video-interviste del dottor Alessandro Gatti

eventi e news

Gli eventi che organizziamo, e notizie utili, curiose, o interessanti