È uscito su Instagramm dott.alessandrogatti un commento sulle rare complicanze dovute all’utilizzo di protesi mammarie. In particolare il cosiddetto linfoma anaplastico a grandi cellule (breast implant-associated anaplastic large cell lymphoma (BIA-ALCL)).

Recentemente sono state riportate dai mass media alcune rare complicanze dovute all’utilizzo di protesi mammarie. In particolare il cosiddetto linfoma anaplastico a grandi cellule (breast implant-associated anaplastic large cell lymphoma (BIA-ALCL)). La Food and Drug Administration (FDA), ovvero l’agenzia statunitense che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici, ha rilevato ad oggi 457 casi di linfoma e un totale di 9 morti dovute alla malattia IN TUTTO IL MONDO. Questo a fronte di milioni di protesi impiantate nell’arco di decenni. La stessa agenzia, a causa dell’insufficienza di dati disponibili, non ha ancora preso posizione riguardo all’esclusione di alcune tipologie di protesi maggiormente coinvolte in questo tipo di complicanza.

È importante informare il paziente di questa eventuale patologia, ma lo è ancor di più sottolineare quanto sia di rara manifestazione, anche se tuttavia non escludibile del tutto. Saranno i regolari controlli di imaging (ecografia e risonanza magnetica) a escluderla in caso di impianto di protesi mammarie.

Le protesi utilizzate dal dottor Gatti sono di altissima qualità e, attualmente, non sono coinvolte nell’insorgenza del linfoma. Infatti, a nessuna sua paziente è mai stato riscontrato.

Per ulteriori approfondimenti:

Vedi post completo su https://instagram.com/p/BxP-ybgnHJp/

glossario

Una raccolta di vocaboli specialistici, accompagnati da spiegazioni e commento

video

Una piccola raccolta di video e video-interviste del dottor Alessandro Gatti

eventi e news

Gli eventi che organizziamo, e notizie utili, curiose, o interessanti